Da oggi anche il tuo cane
può diventare donatore di sangue ed aiutare i suoi simili in caso di bisogno!
Scopri qui come e cosa fare...
Una guida sintetica per il primo intervento.Le cose da fare e da evitare in caso di necessità.

Un intervento tempestivo  e mirato può salvare la vita del tuo animal
e.
Pronto Soccorso
Info utili
L'ambulatorio
Salute e prevenzione
ANESTESIA

A differenza di quanto accade in medicina umana, in medicina veterinaria l’anestesia generale viene praticata non solo per gli interventi chirurgici ma ogni qualvolta sia necessaria l’assoluta immobilità del paziente in occasione di procedure diagnostiche complesse o fastidiose o procedure minori come la pulizia dei denti o lavaggi auricolari.
Come in medicina umana, anche in veterinaria si può scegliere fondamentalmente tra anestesia iniettiva o anestesia inalatoria.
L’anestesia iniettiva prevede la somministrazione di sostanze per via endovenosa o intramuscolare, nel caso dell’anestesia inalatoria invece, dopo l’induzione con anestetici endovenosi, il piano anestetico viene mantenuto facendo respirare all’animale una miscela di ossigeno e gas anestetico, fondamentalmente isoflurano. Per far questo ci possiamo servire di speciali maschere respiratorie che vengono fatte aderire al muso dei nostri pazienti oppure per avere risultati migliori si procede al posizionamento di una sonda endotrcheale della misura più adatta alla taglia del paziente e che ci permette di avere un completo controllo delle vie aeree e una migliore somministrazione della miscela anestetica.
La scelta del tipo di anestesia tiene conto del tipo di intervento e delle condizioni di salute dell’animale.
L’ANESTESIA:
Spesso l’anestesia vera e propria è preceduta dalla pre-anestesia o sedazione, è realizzata mediante l’iniezione di farmaci tranquillanti o sedativi e antidolorifici per via intramuscolare o endovenosa ed ha l’importante funzione di ridurre lo stato di ansia dei nostri pazienti e favorire tutte le successive operazioni.
Fatta eccezione per alcune procedure molto rapide, a tutti i pazienti messi in anestesia generale viene preso un accesso venoso, solitamente una delle vene cefaliche dell’avambraccio in modo da garantire la somministrazione di fluidi durante tutta la durata dell’anestesia e soprattutto la rapida iniezione di farmaci che si rendessero necessari per la gestione dell’anestesia stessa.
PRIMA DELL’ANESTESIA:
In caso di chirurgie di elezione cioè chirurgie programmate è buona norma far osservare al proprio animale un digiuno di almeno 12 ore, che assicura lo svuotamento dello stomaco, questo perché i farmaci utilizzati per la preanestesia e l’anestesia generale possono provocare nausea o vomito e questo potrebbe essere  fastidioso o pericoloso in un paziente con un ridotto controllo del riflesso di deglutizione.
L’acqua può essere lasciata a disposizione dell’animale fino a qualche ora prima dell’anestesia.
Nel caso dei cuccioli il digiuno non dovrebbe andare oltre le 8 ore perché questa classe di pazienti può andare incontro a condizioni di ipoglicemia più rapidamente degli adulti.
IL RISVEGLIO:
All’anestesia generale segue la fase di risveglio, che rappresenta il ritorno alla coscienza, la cui durata è in relazione al tipo di anestesia praticata, al tipo di anestetici utilizzati, all’età, alla razza e alle condizioni di salute dell’animale. Questo delicato momento è gestito in ambiente tranquillo senza rumori con luci attenuate e con la presenza di un medico fino a che il paziente non avrà recuperato il riflesso laringeo ed il decubito sternale.

IL RITORNO A CASA:
Arrivati a casa l’animale dovrebbe essere mantenuto in un ambiente tranquillo e confortevole, caldo in inverno e fresco nel periodo estivo. Sono da evitare stimoli esterni eccessivi, attenzione ai bambini e agli altri animali di casa.
Se il vostro animale ha subito un intervento chirurgico sarebbe opportuno evitare nei primi giorni salti, corse o le scale.
La somministrazione di acqua e cibo dovrebbe avvenire qualche ora dopo il ritorno a casa, si comincia sempre con poca acqua in modo da valutare se la deglutizione è regolare e accertarsi che non ci sia rigurgito o vomito. Per quanto riguarda il cibo sono da evitare pasti troppo abbondanti, meglio far fare un pasto leggero e tornare alle abitudini di sempre trascorse le prime 24 ore.
Pronto Soccorso Veterinario Setteponti
Via del Maspino 19/A Arezzo Tel. 0575 382700 PIVA 01707140511
Orario:
Dal Lun. al Ven. 9-12,30 15-19
Sab. 9-12,30 15-17
Se adotti un cane o un gatto da un rifugio o canile (certificato) ti applicheremo un tariffario agevolato per un anno intero!
Agevolazioni per le adozioni
Contattaci per maggiori informazioni